Home Lead Generation 6 Strumenti (che Forse Non Conosci) per Fare Lead Generation su Mobile

6 Strumenti (che Forse Non Conosci) per Fare Lead Generation su Mobile

750
Bonus Gratuito per te: Ho preparato 4 Video Inediti che ti guidano alla scoperta della migliore strategia di web marketing per il tuo sito: Scaricali qui ora!

L’utilizzo dei dispositivi mobili nelle decisioni d’acquisto sta diventando sempre più propenderante: non sto parlando di dati riferiti agli USA o ad anni fa, ma al mercato Italiano, dove una ricerca compiuta da Google, Consumer Barometer, sulle tendenze mobile dei consumatori, conferma come:

  • la ricerca online è sempre più multidevice: il numero di persone che usano accanto al PC fisso anche un tablet o uno smartphone è in forte crescita, passando solo in Italia dal 3% al 16%:

 Consumer Barometer scopri nuove tendenze mobile e insight sui consumatori — Think with Google

  • il 40% degli utenti sotto i 35 anni, chiamati millennials, ha effettuato una ricerca sullo smartphone per il suo ultimo acquisto:

Consumer Barometer scopri nuove tendenze mobile e insight sui consumatori — Think with Google

  • spostandoci dai millennials alle “mamme digitali”, il 55% di esse fa un ricerca online prima di effettuare un acquisto:

Consumer Barometer scopri nuove tendenze mobile e insight sui consumatori — Think with Google

Dal 21 aprile 2015 Google ha ufficializzato l’ottimizzazione per dispositivi mobili come segnale di posizionamento: avere un sito compatibile con i dispositivi mobile aiuta a comparire nei risultati mobile di Google, che non solo detiene il 95% del traffico di ricerca su mobile.

Se il 20% delle ricerche su Google sono effettuate da un dispositivo mobile l’utenza responsive è una fetta da non sottovalutare, che però va acquisita con strumenti appositi.

La consueta indagine annuale “Digital Social e Mobile 2015” di We Are Social conferma come il mobile sia sempre più influente nelle decisioni d’acquisto:

  • il 20%  ha cercato un prodotto via smartphone nell’ultimo mese;
  • il 16% ha acquistato un prodotto via smarthone nell’ultimo mese;

Report sull utilizzo del mobile e dei social in Italia e nel Mondo we are social

Secondo un’analisi Twenga su L’M-Commerce in Europa nel 2015 : le ultime tendenze d’acquisto sul Mobile, quasi il 28% del traffico ecommerce italiano proviene dai dispositivi mobili:

L’M Commerce in Europa nel 2015 le ultime tendenze d’acquisto sul Mobile twenga

 

Se il mobile sta sempre più diventando influente nel determinare le decisioni d’acquisto, si rendono necessari alcuni strumenti per acquisire il contatto del tuo utente specificatamente pensati per il i dispositivi mobili.

6 strumenti per fare lead generation e raggiungere i propri potenziali clienti su Mobile

Come possiamo arrivare sul dispositivo mobile del nostro potenziale cliente? In questo post vediamo 6 strumenti per acquisire contatti di potenziali clienti proprio su mobile: alcuni di questi sono nuovi, come il canale Telegram, altri sono poco conosciuti, come le push notifications su Browser: vediamoli insieme.

  • il primo consiste nell’utilizzo di una canale Telegram: per chi non lo conoscesse, Telegram è il diretto concorrente del più noto Whatsapp e consente da poco di creare un canale, raggiungile tramite URL, per inviare notifiche ai propri clienti direttamente via smartphone;
  • il secondo riguarda uno strumento un pò particolare, le push notifications, delle notifiche che compaiono direttamente sul proprio browser, anche su mobile. Come vedremo, puoi implementarle facilmente con uno strumento gratuito, Pushcrew.
  • il terzo è Lead Digits, uno strumento innovativo creato da Lead Pages, il noto software per la creazione di landing pages. Con Lead Digits puoi acquisire il contatto del tuo potenziale cliente grazie all’invio di un sms e da lì impostare una sequenza di email con un autoresponder;
  • il quarto sono i Lead ADS di Facebook Advertising, uno strumento che ti consente di acquisire il contatto email dell’utente in modo semplice ed efficace senza uscire da Facebook;
  • il quinto sono le lead generation cards di Twitter;
  • e infine l’utilizzo dei Pop Up di Optin Monster, specificatamente pensati per il traffico mobile.

Partiamo dal primo, il canale Telegram.

Il canale Telegram

Come anticipavo, potremmo definire Telegram il concorrente di spicco di Whatsapp, il noto servizio di messaggistica mobile.

Come possiamo integrare Telegram nella nostra strategia di web marketing per i dispositivi mobile? Creando un canale: vediamo come e quali sono i vantaggi dell’utilizzo di un canale Telegram.

Come creare un canale Telegram in 2 passaggi

Analogamente a Whatsapp, Telegram è una APP, che puoi scaricare facilmente dal tuo dispositivo.

Nel mio caso, come utente Samsung/Android è sufficiente cercarla nel Play Store.

Una volta installata, andando nelle impostazioni clicca su Nuovo Canale:

telegram nuovo canale 1

e poi inserisci il nome e la descrizione del canale creato:

telegram nuovo canale 2

A questo punto hai creato un canale telegram, che avrà un suo url, come ad esempio:

http://www.telegram.me/webmarketingacademy

I vantaggi di un canale Telegram? Puoi connetterti ai tuoi potenziali clienti tramite mobile, in modo semplice e gratuito condividendo da mobile nuovi prodotti e nuovi articoli.

Le Push Notifications via Browser

Un secondo metodo poco conosciuto e altrettanto efficace di raggiungere i nostri potenziali clienti direttamente su mobile sono le push notifications via browser.

Le push notifications non sono altro che delle notifiche che l’utente decide di ricevere sul proprio browser, da desktop come da mobile.

Vediamo un paio di servizi.

Pushcrew

Pushcrew ti consente di inviare notifiche al browser Firefox, Chrome o Safari del tuo utente anche quando non è sul sito.

Come puoi vedere dall’immagine che segue, la notifica viene visualizzata sul browser dell’utente sia da desktop che da mobile:

pushcrew

Il sistema, gratuito fino a 500 iscritti alle notifiche, si implementa facilmente, tramite un codice da inserire nell’header del sito o un plugin per WordPress e Joomla.

Pushcrew funziona tramite un “permission box”, un rettangolo che ti chiede se vuoi ricevere le notifiche dal sito in cui stai navigando.

Ecco come ho realizzato in Web Marketing Academy:

PushCrew web marketing academy

Una volta acconsentito, hai la possibilità di inviare delle notifiche direttamente a tutti gli iscritti, inserendo:

  • un titolo della notifica, di massimo 36 caratteri;
  • un messaggio, di massimo 80 caratteri;
  • un url di destinazione;
  • un’immagine;
  • un parametro UTM per il tracciamento delle visite;

 PushCrew web marketing academy 2

Lead Digits di Lead Pages

Come può fare un negozio a raccogliere gli indirizzi email e di telefono in modo semplice ed automatico?

E un annuncio su un cartellone pubblicitario?

E un podcast?

La risposta è Lead Digits, uno strumento innovativo di Lead Pages, il noto sito per la creazione di landing pages.

Come funziona Lead Digits? Basta inviare un sms a un numero specifico per attivare una sequenza, simile a quella di un autoresponder.

Ecco un esempio di applicazione dello strumento: vedi un cartellone pubblicitario che sponsorizza un’appartamento.

Per avere maggiori informazioni ti chiede di inviare un sms a un numero. Una volta fatto, ti chiede di lasciare una mail per l’invio di ulteriori informazioni, mail che verrà inserita nel tuo programma di gestione delle newsletter:

 LeadDigits How to Get Leads Via Text Messaging

I Lead Ads di Facebook Advertising da Mobile

Come abbiamo anticipato prima, per fare lead generation senza uscire da Facebook puoi anche usare una nuova funzione di Facebook Advertising, che però puoi usare solo a partire dal Power Editor: i Lead Ads o Acquisizione Contatti.

I Lead ads sono un obiettivo specificatamente creato in Facebook Advertising per acquisire contatti di potenziali clienti.

Indipendentemente da quale sia il tuo obiettivo, che sia invitare le persone a iscriversi a una newsletter, a un’offerta, un evento o agli aggiornamenti sul tuo prodotto, le inserzioni Lead Ads per acquisizione contatti consentono di semplificare il processo di iscrizione del visitatore, consentendoti di acquisire dati di contatto in modo più semplice ed efficace e diretto rispetto alle altre forme di Lead Generation su Facebook.
Come mai?
Come vedrai tra poco, le Lead ADS appaiono come un classico annuncio sponsorizzato di Facebook Advertising, con in più alcuni campi precompilati, ovvero nome, cognome e indirizzo email.
Per quanto questi campi precompilati possano essere modificati dall’utente, questo apporta dei vantaggi importanti in vista dell’acquisizione di contatti di potenziali clienti, vediamo quali.

6 vantaggi dei lead ads per la lead generation su Facebook

Vantaggio #1: Non si esce da Facebook

Abbiamo visto come posso fare lead generation con Facebook, ad esempio, usando Facebook Advertising per veicolare un visitatore a una landing page, interna o esterna al sito.
E qui sta il primo vantaggio dei lead ads o acquisizione contatti: l’utente non esce da Facebook.
E come sai,  meno passaggi, più possibilità di conversione.

Vantaggio #2: I campi sono precompilati

Quando un utente deve compilare un modulo di contatto, più sono i campi che deve riempire meno arriverà alla fine.
Lo conferma, tra le altre, una statistica di Ascend2, che abbiamo analizzato approfonditamente nell’articolo 10 Strategie (+ 3 Strumenti) per Migliorare il Tuo Modulo di Contatto (e Ottenere + Clienti):
numero campi mail Ascend2 Email List Growth Survey Summary Report
Da questo punto di vista le Lead ADS, avendo già precompilati i campi, ti consentono di far fare meno step all’utente, che quindi arriverà più facilmente alla conversione.

Vantaggio #3: Non c’è nessuna landing page

Il terzio vantaggio? Non c’è nessuna landing page.

Ma come? La landing page non aiutava la conversione dell’utente? Sì, se è fatta bene, ma se è fatta male? Se non è esattamente responsive?

Con le Lead ADS problema risolto, l’utente non esce da Facebook per andare in una landing page esterna ma rimane all’interno del social.

Vantaggio #4: 2 passaggi per acquisire il contatto dell’utente

Come abbiamo visto poco fa, le lead ads consentono l’inserimento automatico delle informazioni di contatto condivise dalle persone con Facebook.
Questo rende possibile la compilazione del modulo di contatto in 2 semplici passaggi:
  • uno per aprire l’inserzione;
  • il secondo per inviare il modulo compilato automaticamente.

Ancora una volta, meno passaggi, più conversioni.

Vantaggio #5: hai la possibilità di personalizzare con domande

Anche se non si appoggiano a una landing page, le lead ads non sono rigide, ma consentono la possibilità di personalizzare i moduli con domande aperte o domande a scelta multipla che vedremo tra poco.

Vantaggio #6: puoi integrarli con CRM e piattaforme di marketing

I dati di contatto raccolti dalle lead ads possono essere integrati con Eloqua, Driftrock, Marketo, Maropost, Sailthru e Salesforce, a loro volta integrabili con software per l’email marketing come Mail Chimp.

In questo modo puoi implementare una risposta immediata e personalizzata all’utente che si iscrive.

In alternativa, , puoi scaricare le informazioni acquisite sui clienti potenziali manualmente raccogliendole in un file CSV e integrandole a tua volta in un autoresponder.

Ok, abbiamo visto 6 motivi per cui dovresti valutare le lead ads per le tue iniziative di lead generation su Facebook.

Ma come funziona nel concreto questo  strumento? Vediamolo insieme.

Come usare l’acquisizione Contatti o Lead ADS in Facebook

Per iniziare ad usare questa funzionalità puoi:

  • oppure entrare nella gestione inserzioni e cliccare su Power Editor:

 Gestione inserzioni power editor

A questo punto, quando creerai una nuova campagna, potrai scegliere proprio l’obiettivo Lead Ads, tradotto come dicevamo con “Acquisizione di Contatti”:

Power Editor acquisizione di contatti lead ads

A questo punto dovrai scegliere a chi destinare l’inserzione, creando un nuovo Pubblico o scegliendo tra un Pubblico Personalizzato precedentemente salvato.

Se è la prima volta che scegli l’Acquisizione Contatti come obiettivo in Facebook Advertising dovrai creare un modulo per l’acquisizione contatti, che ti consente di scegliere:

  • se acquisire solo la mail e il nome e cognome del tuo contatto;
  • se aggiungere a questi dati anche un massimo di 3 domande.

Power Editor modulo acquisizione contatti lead ads facebook ads

Le 3 domande che puoi chiedere all’utente possono essere personalizzate, ovvero decidi tu cosa scrivere, o puoi in alternativa basarti su una lista di tematiche che Facebook ti suggerisce all’interno di specifici settori, come:

  • Automotive: Marca di auto, Modello di auto, Allestimento, Anno di costruzione, Concessionario di automobili;
  • Istruzione: Ambito di studi di interesse, Ambito di studi attuale, Livello più alto di istruzione, Quando pensi di iscriverti?, Corso di interesse, Posizione del campus, Quale titolo di studio ti interessa?
  • E-commerce: Con quale frequenza vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?, Seleziona una categoria
  • B2B: Dimensioni dell’azienda, Dimensioni del team addetto alle vendite, Attività principale
  • Servizi professionali: Tipo di servizio legale
  • Assicurazione sanitaria: Stato relativo alla copertura dell’assicurazione sanitaria
  • Assicurazione auto: Chilometraggio annuale
  • Hai bisogno di assistenza?:  Hai bisogno di assistenza?, Cosa stai cercando?, Qual è il problema? Seleziona i servizi
  • Intenzioni di acquisto: Data di acquisto, Data di iscrizione, Budget, Lista di attesa

Per quanto alcuni di questi ambiti si applichino maggiormente al mercato statunitense (come ad esempio “assicurazione sanitaria”), puoi comunque usare queste domande anche per il mercato italiano. Come? Ecco alcuni spunti.

Come creare annuncio nelle Lead ADS

Una volta che hai compilato le domande, dovrai scegliere:

  • l’annuncio, ovvero i contenuti creativi per la tua inserzione;
  • le modalità di monitoraggio, ovvero il pixel di monitoraggio delle conversioni.

Power Editor contenuti creativi acquisizione di contatti lead ads

Power Editor pixel monitoraggio acquisizione di contatti lead ads

Una volta raccolti i lead, li puoi scaricare a partire dalla tua Pagina Facebook:

  • vai su “strumenti di pubblicazione” nella navigazione superiore;
  • clicca su “moduli delle inserzioni per acquisizione contatti” e “libreria dei moduli”. A questo punto potrai scaricare i tuoi contatti dal link “download”:

moduli delle inserzioni per acquisizione contatti lead ads

Le Lead Generation Cards su Twitter da Mobile

Hai 2 possibilità di fare lead generation su Twitter:

  • se vuoi raccogliere i contatti dei tuoi clienti potenziali su una landing page esterna, puoi usare l’obiettivo “clic verso il sito web o conversioni”, di cui abbiamo parlato approfonditamente nell’articolo dedicato a Twitter Advertising: Guida Completa alla Pubblicità su Twitter ADS;
  • se invece vuoi raccogliere i contatti dei tuoi clienti potenziali su Twitter, questo obiettivo fa al caso tuo.

Qual’è la differenza?

Nel primo caso hai la possibilità di sincronizzare il tuo modulo di contatto nella tua landing page con un software come Mail Chimp, consentendoti di automatizzare il processo di invio di newsletter ai tuoi lead grazie ad un autoresponder;

Nel secondo caso fai fare un passaggio in meno all’utente, raccogliendo direttamente su Twitter i tuoi lead. Come? Con una Lead generation card: vediamo insieme di cosa si tratta.

La Lead generation card di Twitter, ovvero come raccogliere lead direttamente su Twitter (anche da mobile)

Che cosa sono le Lead Generation Card? Le Lead Generation Card vengono allegate ai tuoi Tweet e ti consentono di raccogliere dettagli sui contatti dagli utenti, direttamente da Twitter.

Sono costituite da un’immagine e da una call to action di tua scelta. Una volta che una persona lasci il proprio contatto, hai la possibilità di scaricare i tuoi lead dal “gestore creativo card”, una sezione che trovi all’interno del tuo account pubblicitario. I lead vengono compilati nella card e sono disponibili nel formato CSV.

Le Lead Generation Card creano interesse per la tua attività da parte degli utenti che decidono di condividere le proprie informazioni con te all’interno di un Tweet. Le Lead Generation Card acquisiscono automaticamente il nome, il nome utente e l’indirizzo email dell’utente, al quale basta solo fare un clic per inviartele.

lead su twitter advertising

Come fare lead generation da mobile con Optin Monster

Abbiamo già parlato di Optin Monster, il software che ti consente di creare dei Pop Up e altri sistemi per l’acquisizione di indirizzi email.

Bene, Optin Monster è dotato di una specifica funzione che ti consente di creare un Pop Up per l’acquisizione di contatti direttamente su Mobile:

mobile optin monster

Una volta acquisito il contatto, c’è la possibilità di inserirlo direttamente in una tua lista per l’invio di una newsletter.

Conclusioni

Come abbiamo visto dalle statistiche, il mobile sta entrando prepotentemente nelle decisioni d’acquisto, non solo di una fascia giovane.

E’ necessario quindi non solo dotare il proprio sito di una modalità responsive, ma anche pensare a delle strategie e degli strumenti cuciti ad hoc sul mobile, che ci consentano di acquisire contatti di potenziali clienti su questi dispositivi.

E tu hai usato uno di questi strumenti di lead generation su mobile?

Parliamone nei commenti!

 

Dimmi cosa ne pensi!