Home Landing Page

109

ClickFunnels è un software online creato da Russel Brunson, un programma unico che ti fornisce tutte le funzioni di cui hai bisogno per creare il tuo funnel e per seguire le tue automazioni.

Clickfunnels è molto conosciuto per la sua facilità di utilizzo, infatti questo software contempla le funzioni necessarie alla creazione di un funnel di acquisizione e di vendita per i tuoi potenziali clienti.

Prima di sapere come funziona, vediamo nel dettaglio cos’è un funnel.

Cosa si intende per Funnel nel Marketing?

Se gestisci un business online devi necessariamente creare un ottimo funnel.

Funnel, che tradotto in italiano, vuol dire imbuto è un percorso di acquisizione dei clienti, si parte dai lead (questi rappresentano coloro che hanno mostrato interesse verso un prodotto o un servizio della tua azienda), sino poi ad arrivare alla parte più stretta dell’imbuto che rappresenta prima la conversione e successivamente la vendita e quindi l’acquisizione del cliente.

Non tutti quelli che ti seguono o che arrivano sul tuo sito web o canale di vendita, diventeranno poi un giorno clienti paganti. Però con un buon funnel hai la possibilità di aumentare il tasso percentuale di conversioni e di vendite. La lead generation senza un funnel, non è impossibile ma senza una vera e propria strategia potresti costatare solo delle acquisizioni sporadiche e infine non redditizie.

Con un funnel invece, avrai a tua completa disposizione una macchina che lavora per te e che porta l’utente ad acquistare i tuoi servizi e non quelli di un tuo concorrente.

Insomma, il funnel è una macchina che lavora per te per portare l’utente a comprare da te e non da un altro.

Quindi con un funnel potrai:

  • Guidare i tuoi visitatori a generare dei lead quindi ad entrare all’interno dell’imbuto di vendita, conducendoli per prima cosa a lasciare il loro contatto.
  • Gestire l’acquisizione di potenziali clienti grazie all’utilizzo di un autoresponder, inviandogli delle mail che non solo gli ricordino chi sei e che cosa offri, ma che possano anche indurli ad acquistare o a chiedere maggiori informazioni riguardo alla tua offerta.

Infine, una volta che il visitatore sarà potenzialmente interessato al tuo servizio o prodotto, potrai curare la relazione con lui fino a farlo diventare un cliente pagante.

Perché un funnel è necessario per il tuo business online?

Adesso che sai che cos’è un funnel e a cosa serve, ti voglio anche spiegare perché un funnel è necessario ai fini della tua attività online e cosa invece accade nel momento in cui non si ha un piano ben definito:

  • Vendere ad un cliente freddo è difficile, se non quasi impossibile.
  • La maggior parte dei tuoi visitatori abbandoneranno il tuo sito senza lasciare un contatto e senza mai più ritornare. Uno studio condotto dalla Gleanster Research ha confermato che circa il 97% dei visitatori di un e-commerce lo abbandona senza convertire.
  • Se non crei un rapporto con il tuo utente, questo non potrà avere fiducia in te, né nei tuoi prodotti né nei tuoi servizi. La fiducia e la creazione di un contatto con l’utente sono alla base della conversione.
  • È necessario connettersi al visitatore e rispondere alle sue necessità, per farsì che questo non possa rivolgersi altrove o dalla concorrenza.

Un funnel ovvia a tutti questi problemi, quindi non perderai più il 97% dei tuoi visitatori ma riuscirai ad intercettarne il 50%, ad ottenere il suo contatto e successivamente potrai creare un contatto con loro, fargli avere una maggiore fiducia in te, farti conoscere e infine otterrai dei clienti pronti a fare acquisti nel tuo e-commerce oppure a pagare per i tuoi servizi.

ClickFunnels: Opinioni

Clickfunnels si configura come uno dei migliori servizi per la creazione di funnel, che ti permette di avere uno strumento completo per la pubblicizzazione e la vendita dei tuoi prodotti.

Dichiarare questo come un programma per la creazione di landing page è al quanto riduttivo. Infatti, Clickfunnels è in grado di creare un funnel completo attraverso la creazione di landing page, optin page e sales page.

Con Clickfunnels è possibile generare dei canali di vendita completi attraverso un’interfaccia semplice da utilizzare e da gestire. Grazie a questo programma è possibile strutturare un percorso ad imbuto che permette all’utente non solo di completare l’acquisto ma anche di fargliene effettuare altri dopo il primo.

Questo programma è utile sia a chi desidera realizzare un semplice canale di cattura, con due pagine collegate una per l’indirizzo email e una che li trasporta ad una pagina di ringraziamento dopo la registrazione; sia per chi invece vuole creare diverse landing page collegate tra loro che possano creare un funnel di vendita completo in grado di convertire il tuo traffico in clienti.

Con Clickfunnels è possibile creare e automatizzare tutte le procedure online fini alla vendita e alla raccolta dei contatti. Le landing page e le altre opzioni presenti sono completamente editabili graficamente, grazie a un sistema drag e drop, però è possibile anche utilizzare dei template giù pronti all’uso.

È possibile realizzare varie tipologie di Funnel su Clickfunnels come:

  • Optin Funnels: ti permette di creare velocemente un modulo ideale per la raccolta dei contatti mail
  • Webinar: i webinar in diretta o preregistrati consentono di creare un rapporto di fiducia con il cliente
  • Sales Funnels: Questo ti permette la creazione di un funnel di vendita vero e proprio
  • Launch Funnels: Con questa opzione puoi creare un funnel per il lancio di un servizio o di un nuovo prodotto
  • Membership Funnels: Infine, con quest’ultimo è possibile creare un’area privata ai tuoi corsi o servizi per i tuoi membri, questa può essere sia a pagamento che gratuita.

Qualunque sia il funnel che sceglierai potrai utilizzarlo per creare con il massimo della flessibilità tutte le tue landing, infatti gli elementi possono essere spostati e posizionati dove desideri. Questa personalizzazione non è possibile utilizzando invece altri programmi che forniscono opzioni di editing più limitate.

Prova Gratis ClickFunnels per 14 Giorni

Primi passi con Clickfunnels

La funzione principale di Clickfunnels è quella di creare delle landing page che poi è possibile raggruppare al fine di creare un funnel che potrà portare il tuo traffico organico o a pagamento a diventare clienti attivi.

Dopo aver effettuato una sottoscrizione con Clickfunnels potrai iniziare la costruzione del tuo funnel, puoi scegliere di creare il tuo primo progetto attraverso dei template già preimpostati oppure potrai scegliere di creare un nuovo funnel partendo da zero.

Se decidi di creare un funnel marketing da zero, basterà cliccare su Add New e poi scegliere esattamente il funnel che vuoi realizzare: optin funnels, webinar, sales funnels o membership funnels.

Dopo aver scelto che cosa desideri realizzare al fine della tua attività di vendita online, puoi iniziare a costruire il tuo funnel, durante la sua costruzione potrai aggiungere di volta in volta le pagine che vuoi che facciano parte del tuo “imbuto” o percorso di vendita o acquisizione del cliente.

Quando si creano delle landing page per attrarre e convertire il tuo traffico in clienti, oltre alla grafica è molto importante anche scegliere un testo adeguato che possa far capire a chi raggiunge la tua landing page che hai un’autorità ben precisa nel campo in cui ti proponi, che puoi prenderti cura di lui e che puoi fornirgli un servizio o vendergli un prodotto che possa rispondere realmente alle loro esigenze.

La grafica e il contenuto, devono collaborare per permettere un buon tasso di conversione e di vendite. Sicuramente una grafica accattivante e personalizzata in ogni suo aspetto fornisce quel tocco in più che ti permetterà di sbaragliare la tua concorrenza.

Come utilizzare le risorse principali di Clickfunnels

Come abbiamo già detto, dopo aver fatto il tuo primo passo, accedendo alla piattaforma online per la creazione dei tuoi funnel, potrai scegliere tra le varie opzioni citate. Vediamo come funzionano una ad una.

Prova Gratis ClickFunnels per 14 Giorni

Come creare una Optin page

Per creare un Optin Funnel o una Optin Page dovrai scegliere questa opzione direttamente da quelle proposte da Clickfunnels.

Che cos’è una optin page?

La Optin Page ti permette di creare un vero e proprio “comitato di benvenuto” per il tuo traffico. Attraverso questa pagina potrai portare buona parte del tuo traffico all’interno del tuo funnel. Grazie alla creazione di questo percorso potrai farsi che chi è realmente interessato ai tuoi prodotti o servizi possa lasciarti la sua email.

Per condurre il tuo traffico a lasciare la loro mail personale però devi offrirgli qualcosa in cambio, altrimenti difficilmente riuscirai ad ottenere il maggior numero di contatti. Cosa offrirgli in cambio? Qualcosa che abbia un valore che però sia scaricabile gratuitamente, come ad esempio una guida inerente ad un tuo servizio o alla tua attività, oppure potrai scegliere di permettergli l’accesso a un video o a qualunque altra cosa che possa convincere chi arriva sulla tua optin page a lasciarti il suo contatto.

Grazie a questo primo passo, il visitatore inizierà ad avvicinarsi a te e al tuo servizio, di conseguenza grazie alla comunicazione via mail con lui potrai riuscire a realizzare la tua vendita e ad ottenere un cliente affezionato.

Per creare un Optin Funnels sarà sufficiente riuscire a creare un box, aggiungere successivamente le caselle dei dati che desideri avere dal tuo potenziale cliente, solitamente è bene chiedergli solo il nome e la mail, infine per completare il form di Optin è necessario inserire il pulsante d’invio e collegare tutto al tuo autoresponder.

Con l’abbonamento pro di Clickfunnels è possibile avere integrato anche un servizio di autoresponder: Actionetics. Se invece fai un abbonamento base potete scegliere di collegare un autoresponder esterno come ad esempio Mailchimp, Getresponse, Aweber ecc…

Per completare al meglio un Optin Funnel devi infine creare un percorso che colleghi la prima landing Page ad una Thank you page.

La Thank you page è molto importante perché ringrazia i tuoi visitatori di essersi iscritti alla tua newsletter e infine all’interno di questa pagina potrai inserire anche il link d’accesso o il link per il download della tua risorsa gratuita.

All’interno delle opzioni per l’Optin funnels è possibile scegliere tra circa 50 template differenti oppure potrai semplicemente scegliere di creare una optin page da zero.

Prova Gratis ClickFunnels per 14 Giorni

Webinar

Un webinar può essere utile per creare un funnel di vendita del prodotto. Un webinar può essere erogato sia in tempo reale ad un orario prestabilito per tutti gli iscritti oppure può essere preregistrato. A cosa serve un webinar? Attraverso questo strumento si può fornire ai propri potenziali clienti una lezione interattiva, l’anticipo di un corso di formazione oppure creare un workshop.

Creare un webinar con Clickfunnels è davvero molto semplice, inoltre potrai crearlo sia live che pre-registrato. Alla fine del webinar potrai collegare chi lo ha visionato ad una pagina di uscita che proponga i tuoi prodotti o i tuoi servizi per riuscire a finalizzare una vendita. Questa opzione è molto utile per i consulenti, per chi vende corsi informativi o d’informazione online.

Sales Funnels

Con Clickfunnels è possibile creare un Sales Funnels, sicuramente il funnel di vendita è uno dei migliori se vuoi finalizzare e monetizzare il traffico del tuo sito web. Un Sales Funnel permette di creare un percorso specifico che porti il tuo potenziale cliente all’acquisto. Inizialmente devi far comprendere al tuo visitatore che puoi aiutarlo a risolvere un problema o comunque puoi fornirgli ciò di cui ha bisogno, questo senso di consapevolezza nel cliente può avvenire grazie prima alla creazione di una landing per l’acquisizione di un contatto e successivamente attraverso una campagna mail.

Il secondo passo, che può essere sempre gestito attraverso le funzionalità di Clickfunnels prevede l’indirizzamento del tuo visitatore ad una pagina informativa che possa rispondere alle sue domande. Quando il visitatore avrà tutte le informazioni e inizierà a conoscere la tua attività e sentirà un senso di affinità con te, potrà decidere di affrontare l’acquisto del bene o servizio che proponi.

In questo modo il funnel da te creato con una serie di landing page collegate tra loro, porterà il visitatore vero una pagina di vendita che prevede un’azione finale e definitiva: l’acquisto del prodotto.

Infine, puoi scegliere di creare anche solo una pagina di vendita, questa pagina va creata a fronte di un pubblico già caldo e pronto ad acquistare. Grazie alla pagina di vendita potrai finalmente convertire a tutti gli effetti un contatto in un cliente pagante.

Prova Gratis ClickFunnels per 14 Giorni

Launch Funnels

Oltre a poter creare un Sales Funnel completo puoi anche scegliere di creare un Launch funnel.

Utilizzando questa sezione potrai creare un funnel di lancio che ti permetta di innescare la curiosità del visitatore e portarlo successivamente al lancio effettivo del prodotto. Per quest’operazione il programma dispone di diversi template composti da una squeeze page che potrai modificare a seconda del funnel di lancio che desideri costruire.

Area membership

Clickfunnels è anche un ottimo strumento per la creazione di un’area membership. Un’area membership, non è altro che un’area riservata alla quale possono accedere solo coloro che hanno acquistato il tuo prodotto o solo coloro che hanno lasciato un contatto.

Che abbiano effettuato già un acquisto o meno, l’area membri riservata, permette di far sentire speciale il tuo cliente e dà a te la possibilità di fornirgli maggiori informazioni, di fornirgli un sostegno anche dopo l’acquisto del corso o del prodotto.

Per creare la tua area membership basterà andare sulla Dashboard di Clickfunnels e cliccare su Add New, dopo di che dovrai cliccare su Sell your product e infine su Membership.

Con questi tre semplici passi potrai creare la tua area membri privata. All’interno del funnel potrai così inserire una pagina di registrazione poi una pagina di login e infine creare nei minimi dettagli tutta l’area riservata agli iscritti alla tua maining-list oppure ai tuoi clienti.

Con un’area membri se costituita per chi ha già acquistato, avrai la possibilità di vendergli altri prodotti o servizi. Mentre se la realizzi solo per chi ha lasciato un contatto, potrai comunque sortire lo stesso effetto portando chi ha accesso all’area privata ad un acquisto.

Prova Gratis ClickFunnels per 14 Giorni

Le altre funzioni di Clickfunnels

Oltre alle funzioni che ti abbiamo già descritto e che rappresentano quelle principali di Clickfunnels, all’interno di questo programma potrai riuscire anche ad usufruire di altre opzioni ideali per la creazione di un funnel veramente efficace.

Innanzi tutto potrai creare delle pagine singole come:

  • Pagine per e-commerce
  • Pagina About Me (la pagina che descrive chi sei e cosa fai)
  • Pagina 404 (una pagina di errore, che permetta al cliente di tornare indietro alla pagina corretta o principale)
  • Home page
  • Pagine Articoli

Grazie a queste funzioni potrai creare quindi non solo le pagine del funnel, ma anche le pagine principali del tuo sito web o del tuo blog.

Prova Gratis ClickFunnels per 14 Giorni

Come integrare le pagine create su Clickfunnels su WordPress

Clickfunnels ti permette di integrare le sue pagine, le landing page e di conseguenza l’intero percorso del funnel all’interno del tuo blog o sito web creato su WordPress.

Per riuscire ad integrare il programma nel tuo blog o sito web, devi semplicemente scaricare il plugin di Clickfunnels per WordPress. Questo Plugin ti permette di aggiungere le pagine che hai creato con Clickfunnels in modo semplice e veloce sul tuo blog o sito web.

Per integrare al meglio le pagine di Clickfunnels su WordPress potrai realizzarle direttamente sulla tua piattaforma:

  • Clicca su Clickfunnels e poi su Add New
  • Crea il tuo funnel
  • Scegli il funnel o la pagina che vuoi inserire
  • Ridefinisci l’Url
  • Pubblica la pagina

Prova Gratis ClickFunnels per 14 Giorni

A/B test con Clickfunnels

Con Clickfunnels hai la possibilità di creare un A/B test. L’A/B test è molto importante per conoscere il tuo pubblico, sapere quale tua azione o quale testo funziona meglio con la tua potenziale clientela.

Che cos’è un A/B Test?

Un A/B test, conosciuto anche con il nome di Split Test è possibile creare un’analisi che ti permette di conoscere quale delle tue pagine ottiene una conversione migliore. Quindi per fare uno Split test mostrerai due pagine differenti a due fasce di clienti, lo puoi fare ad esempio per una settimana, la prima sarà la pagina A e la seconda una pagina B.

Alla fine del periodo di prova, potrai riuscire a capire quale delle due pagine sia andata meglio, a seconda delle conversioni. Le differenze che scegli per una pagina o l’altra possono essere anche minimali, ad esempio puoi creare una pagina di vendita e scegliere per la prima un pulsante blu, mentre per l’altra uno rosso. Oppure puoi cambiare il carattere del testo o utilizzare due testi differenti.

Con Clickfunnels potrai così riuscire a creare un A/B Test che ti faccia sapere quale delle pagine:

  • Converta meglio
  • Porti un maggior numero di click
  • Porti delle maggiori iscrizioni alla tua newsletter
  • Porti maggiori vendite

Puoi testare qualunque pagina creata con Clickfunnels, questo test è molto importante ti permette nel lungo periodo di vendere di più e meglio.

Prova Gratis ClickFunnels per 14 Giorni

Il Marketplace di Clickfunnels

Clickfunnels contiene al suo interno già diversi template pronti per la creazione dei vari funnels e delle varie landing page. Però è possibile che tra i template disponibili non ci siano quelli che possano soddisfare le tue esigenze. In questi casi non devi preoccuparti perché sul Marketplace di Clickfunnels potrai acquistare tantissimi nuovi template per le tue optin page, sales funnels, landing page, webinar ecc…I Template di Clickfunnels non sono molto costosi e partono dai 7 dollari circa.

ClickFunnels VS. Optimizepress

Forse a questo punto ti starai chiedendo se sia meglio utilizzare Clickfunnels o Optimize Press, anche quest’ultimo programma si integra con WordPress. Optimize Press può essere caricato direttamente in WordPress e successivamente utilizzato per creare delle landing page, sales page, pagine webinar e aree membri ed altro. Optimize Press è sicuramente un ottimo plugin e funziona bene se bisogna creare solo delle semplici pagine o comunque dei piccoli funnel di vendita.

Optimize Press è anche più economico rispetto a Clickfunnels, costa infatti 97 dollari per sempre e con l’acquisto si ottengono tre licenze per tre siti web differenti.

A differenza di Clickfunnels, Optimize press potrebbe rallentare il sito, inoltre le sue opzioni possono essere complesse e poco intuitive, inoltre per utilizzarlo è necessario avere un sito web, un dominio e un hosting. Mentre con Clickfunnels si possono creare interi funnel marketing senza aver bisogno di un sito web o di un blog.

Clickfunnels anche se ha un costo più elevato e prevede un abbonamento mensile, possiede innumerevoli funzioni per la creazione di completi funnel, con la massima semplicità inoltre Clickfunnels a differenza di Optimize press ti offre la possibilità di creare anche video-corsi e aree membri. Dunque se dovete creare una semplice landing page per l’acquisizione dei contatti si può utilizzare anche Optimize Press, se invece avete bisogno di creare dei funnel di vendita completi e ideali per la vendita dei tuoi prodotti e servizi sicuramente la scelta migliore ricade su Clickfunnels.

Prova Gratis ClickFunnels per 14 Giorni

Quanto costa Clickfunnels

Come tutti i programmi per la creazione di landing page o funnel, anche Clickfunnels è a pagamento. E’ possibile però accedere anche ad una prova gratuita che dura 14 giorni. Dopo esserti iscritto alla prova gratuita potrai scegliere quale dei due piani mensili sottoscrivere.

  • Il piano mensile Standard ha un costo di 97 dollari
  • Il piano mensile Full Suite ha un costo di 297 dollari

Naturalmente tra il piano standard e quello full suite intercorrono varie differenze, la seconda opzione infatti prevede diverse funzioni avanzate e non ha limitazioni sul numero di visite mensili, mentre con l’account standard il limite è fissato a 20.000 mila visite uniche.

Prova Gratis ClickFunnels per 14 Giorni

 

 

 

6301
Bonus Gratuito per te: Ho preparato 4 Video Inediti che ti guidano alla scoperta della migliore strategia di web marketing per il tuo sito: Scaricali qui ora!

Cos’è una landing page?

Una landing page, letteralmente “pagina di atterraggio”, è una pagina web dove “atterra” un utente alla ricerca del tuo prodotto e servizio.

Ok  mi dirai, ma allora qual’è la differenza tra le landing pages e le pagine web tradizionali?

Le landing pages hanno delle caratteristiche di struttura e di testo particolari, che le rendono più efficaci in termini di conversione rispetto a una tradizionale pagina di un sito web.

Ma prima di entrare nel merito di cos’è che rende così efficace una landing page, partiamo da una distinzione preliminare: quella tra landing e squeeze pages.

Landing Pages VS Squeeze Pages: la differenza

Una prima distinzione è tra landing pages e squeeze page:

  • le landing pages sono più lunghe delle squeeze pages e sono solitamente finalizzate alla vendita di un prodotto;
  • le squeeze pages, invece, sono tradizionalmente più corte e sono solitamente finalizzate all’acquisizione del contatto di un potenziale cliente, quindi per dirla in termini tecnici, alla lead generation. In questo caso una squeeze page serve a far inserire, o sarebbe meglio dire a catturare, i dati di contatto di un utente che la squeeze page aiuta a raccogliere, ad attrarre, chiedendoli tipicamente in cambio di un lead magnet, ovvero di una merce di scambio.

Ecco un tipico esempio di template classico di squeeze page:

Squeeze Page

 

Talvolta si parla anche di “minisito” o “sales page”, forme particolari di landing page, ma qui ci concentreremo sugli aspetti fondamentali.

Più avanti vedremo degli esempi e dei template di landing pages e squeeze pages che ti aiuteranno a capire la differenza: in ogni caso all’interno di questo articolo useremo i termini “landing page” e “squeeze page” in modo complementare, distinguendo di volta in volta eventuali differenze tra le due.

Come creare una landing page: 7 ingredienti e 5 esempi di landing pages efficaci

Perchè le landing page sono così importanti da sviluppare nel contesto di una strategia di web marketing?

Perchè, come abbiamo anticipato, utilizzare una landing page efficace può aiutarti a incrementare il tasso di conversione.

Creare una landing page è fondamentale proprio per ottimizzare le possibilità che il visitatore del tuo sito, una volta entrato, compia l’obiettivo che ci poniamo, sia esso comprare un prodotto o lasciare i propri dati di contatto.

Che cosa rende una landing page più efficace di una pagina web tradizionale, come si può fare una landing page e migliorarla?

Lo vediamo con i 7 ingredienti e 5 esempi che seguono, ma prima vediamo com’è fatta una landing page.

La bella infografica che segue illustra con precisione gli elementi tipici di una landing page.

anatomia landing page 3

Headline

Abbiamo già parlato approfonditamente della Headline con 12 Tecniche per Aumentare del 500% Clic, Condivisioni e Conversioni.

La Headline è la frase di apertura della tua landing page e fondamentalmente può illustrare:

  • o il problema che il tuo prodotto o servizio vuole risolvere;
  • o cos’è tuo prodotto o servizio;
  • o a cosa serve.

Vediamo 3 esempi di headline di landing pages, partendo con l’analizzare le headlines proprio di 2 servizi di creazione di landing pages: LeadPages e Unbounce.

headline leadpages

Prendiamo questa headline di LeadPages.

Dice: cattura più lead con leadpages, ovvero esprime in modo diretto e conciso a cosa serve il servizio, prima ancora di dire in cosa consiste.

Di altro tenore è la headline di Unbounce, pur trattandosi dello stesso prodotto:

headline unbounce

“Crea landing page customizzate che generano più conversioni”: anche qui si va dritti al punto, ma a differenza della precedente headline, Unbounce non si focalizza su cosa fa il prodotto (“that drive more conversions”) ma anche a cosa serve: creare landing page personalizzate.

Quando il tuo prodotto è difficile da spiegare, l’headline può essere come quella di Basecamp: il modo facile di lavorare insieme, che fa leva sul beneficio principale che apporta il software.

basecamp headline

Per creare la tua headline poniti queste domande:

  • a cosa serve il mio prodotto o servizio?
  • quale vantaggio apporta al mio cliente?
  • qual’è la domanda che il mio cliente si pone di cui il mio prodotto è la risposta?

Un volta che hai risposto a queste domande, dovrai elaborare in modo conciso la tua headline, che può essere in varie forme:

  • in forma di slogan, come quella di Basecamp;
  • in forma di domanda, ad esempio: Vuoi sapere i 5 passi per creare una landing page efficace?
  • in forma di (finta) citazione, ad esempio: “Svelati i 5 segreti per creare landing page che convertono”

In ogni caso, cura attentamente l’headline nella tua landing page: secondo le statistiche,

  • ma un headline efficace può incrementare l’efficacia del tuo contenuto fino al 500% e

Ritwitta queste statistiche:

8 persone su 10 leggeranno la tua headline, solo 2 su 10 il resto Condividi il Tweet un headline efficace può aumentare il tasso di conversione di un sito del 40% Condividi il Tweet

Sottotitolo

Hai notato che sotto le headline che abbiamo analizzato c’erano dei sottotitoli?

I sottotitoli servono a riprendere l’headline e anticipare la soluzione: analizziamone qualcuno insieme.

Il sottotitolo di Unbounce è focalizzato sulla gestione del rischio e sui benefici del prodotto: totale controllo, nessun collo di bottiglia, miglior ROI.

Il sottotitolo di Basecamp d’altra parte spiega meglio in che modo si puo lavorare in team in modo semplice, specificando che Basecamp è un insieme di strumenti che consente di lavorare su una stessa pagina.

Call To Action

La Call to Action è un invito all’azione.

Il punto di partenza per creare una call to action efficace è domandarti: qual’è l’azione che voglio che il mio utente compia?

Ad esempio, il già citato Unbounce apre con una domanda: sei pronto ad avere più conversioni?

Il passo che segue gioca sulla riprova sociale di R. Cialdini, citando gli 11.000 clienti.

Infine, il bottone, che è la reale call to action, dice: inizia il tuo periodo di prova di 30 giorni.

call to action unbounce

Elenchi Puntati

Usati sopratutto nelle squeeze pages, gli elenchi puntati servono a spiegare in modo schematico le caratteristiche o i benefici di un prodotto.

Ecco come Lead Pages usa questa funzione:

LeadPages elenchi puntati

Quando crei degli elenchi puntati, segui queste best practices:

  • non esagerare: mantieni il numero tra 3 e 7, meglio se 5;
  • non dire tutto: lascia spazio all’immaginazione con le liste cieche. Cosa sono le liste cieche? Ti faccio un esempio. Invece di dire “scoprirai le 6 regole della persuasione di R. Cialdini”, puoi dire “scoprire le leggi, scoperte da un professore statunitense, che rendono le tue landing page più persuasive”. Insomma, un dire non dire.

Testimonials

I testimonials sono coloro che hanno provato il tuo prodotto o servizio e ne danno una testimonianza.

I testimonials:

  • devono essere percepiti come credibili: l’utilizzo di video testimonials, di foto, di link a siti o profili Facebook avvalora la credibilità del tuo testimonial;
  • devono essere in target con il tuo cliente: se il tuo cliente lavora nel web marketing, i testimonial dovranno appartenere al settore;

Ecco un esempio di come Unbounce usa i testimonial:

testimonial unbounce

Puoi notare:

  • l’uso della foto;
  • il fatto che siano indicati nome e cognome (credibilità), titolo e azienda (target).

Trust Building

Cos’è la trust building?

Sono gli elementi che danno credibilità a un prodotto, un servizio o un consulente.

Ecco come Dario Vignali sfrutta la trust building in modo efficace:

Dario Vignali trust building

Come puoi notare:

  • vengono utilizzati brand famosi, che generano credibilità;
  • viene usata un dicitura “ha collaborato o è apparso su”, che lascia spazio libero all’uso di marchi famosi, anche se non sono stati direttamente clienti.

Ecco un altro esempio del grande Timothy Ferris, autore del bestseller 4 ore alla settimana. Ricchi e felici lavorando dieci volte meno:

Tim Ferriss and The 4 Hour Workweek testimonial trust building.

Come puoi notare Timothy fa uso non solo dei grossi brand associati al suo libro, ma anche delle recensioni.

Modulo di contatto

Il modulo di contatto è ovviamente presente solo nelle squeeze pages, finalizzate a raccogliere per l’appunto i dati di contatto dell’utente.

Ottimizzare il modulo di contatto è fondamentale per aumentare i tassi di conversione: abbiamo discusso approfonditamente l’argomento nell’articolo 10 Strategie (+ 3 Strumenti) per Migliorare il Tuo Modulo di Contatto (e Ottenere + Clienti).

Qui ti ricordo gli aspetti fondamentali per creare nella tua squeeze page un modulo di contatto efficace:

  • riduci i campi che chiedi: secondo le statistiche, più (informazioni) domandi meno (conversioni) ottieni;
  • dai qualcosa in cambio: un buona merce di scambio è essenziale per ottenere i dati di contatto.

Lunga o corta?

Quando abbiamo distinto landing page da squeeze page ti ho detto che solitamente la prima è più lunga.

Ok, ma quanto lunga?

La risposta è dipende: solitamente si usa tenere la lunghezza della tua landing page direttamente proporzionale alla complessità di ciò che hai da offrire.

La soluzione per capire la lunghezza ideale è testare, magari con un Ab Test: Moz, il popolare software SEO, ha testato diverse lunghezze della propria landing page riuscendo così ad ottenere più covnersioni pari a un miglioramento di 1 milione di dollari.

Come creare una landing page: i 5 metodi principali

Abbiamo visto gli elementi fondamentali che rendono una landing page efficace: ma come possiamo creare una landing page?

Ci sono diverse risposte a questa domanda:

  • se vuoi creare la tua landing page a partire da un template HTML, il consiglio che ti dò, come vedremo, è di affidarti alle landing page che trovi su Theme Forest, belle, efficaci e poco costose;
  • se invece vuoi svincolarti da grafica e programmazione, il consiglio è usare un landing page generator, di cui ti consiglierò alcuni siti;
  • se usi WordPress, puoi usare temi e plugin per creare landing pages: il più famoso è OptimizePress;
  • puoi anche creare una landing page con Facebook: ti suggerirò alcuni metodi;
  • infine, puoi trovare dei template già pronti per realizzare la tua landing page gratis.

Partiamo dal primo metodo.

Modificare templates per landing pages e squeeze pages di Theme Forest

Come anticipavo, Theme Forest è il più grande marketplace al mondo di risorse per la grafica e la programmazione.

In Theme Forest puoi trovare diversi template per realizzare Landing Page, a prezzi che oscillano sui 15 dollari per le versioni in HTML fino a i 40-50 dollari per WordPress.

Per consultare i template per landing page nel sito, clicca l’immagine che trovi qui sotto:

themeforest

 

Come creare una landing page da 0 senza sapere nulla di HTML e grafica

Se non vuoi affidarti a un grafico o programmatore o non sai occupartene tu stesso, ci sono dei siti che forniscono la possibilità di creare landing page efficaci a partire da template già fatti, dando la possibilità di modificarli e di fare AB test.

Li puoi trovare con una semplice ricerca su Google per “landing page creator” o “landing page generator”.

Per tua praticità, ecco i più noti:

  • Unbounce
  • Landingi
  • LeadPages
  • PageWiz
  • InstaPage
  • Landerapp

Landing Page per WordPress

Se usi WordPress, puoi creare una landing page efficace in 2 modi fondamentali:

  • usando un tema predisposto a landing page, ovvero un template grafico per WordPress;
  • usando un plugin ad hoc.

Vediamo alcune soluzioni.

Temi WordPress per landing pages

I modi più usati per creare una landing page con un tema wordpress sono 2:

  • Optimizepress: è un noto tema che ti consente di creare landing pages e squeeze pages per WordPress a partire da template prefatti.
  • Inboundnow: un’altra soluzione, analoga a Optimize Press, per realizzare landing pages e squeeze pages per WordPress.

Plugin Wordpress per landing pages

Ovviamente puoi creare la tua landing page o squeeze page di WordPress anche con l’utilizzo di plugin.

In questa pagina trovi una lista comprensiva e ragionata dei migliori plugin per creare una landing page in WordPress.

4 modi per creare una Landing Page per Facebook

Per creare una landing page all’interno della nostra Pagina Facebook puoi usare alcuni strumenti che andiamo a vedere qui di seguito.

Iniziamo dal primo, Pagemodo.

#1: Come creare una tab personalizzato su Facebook con Pagemodo

pagemodo

Pagemodo ti consente di creare una tab personalizzata sulla tua Pagina Facebook, in cui puoi inserire una landing page a tua scelta. E’ gratuito fino a una pagina Facebook: se vuoi usarlo per più pagine, i prezzi sono accessibili.

Il punto di partenza è loggarsi con il proprio profilo Facebook e abbinare una Pagina Facebook per cui si vorrà creare la tab personalizzata.

Una volta dentro, basterà che scegli “Custom Tab”:

Pagemodo.com custom tab

A questo punto Pagemodo ti dà la possibilità di scegliere tra differenti template, alcuni fatti apposta per la raccolta di dati di contatto, come quelli che vedi qui di seguito:

Pagemodo facebook tab

#2: Come Fare Lead Generation su Facebook con l’integrazione da Mail Chimp in 3 steps

Se non vuoi usare Pagemodo e sei solito raccogliere i tuoi contatti email, ad esempio gliiscritti alla tua newsletter, tramite Mail Chimp, puoi integrare facilmente il software per le newsletter con la tua Pagina Facebook, creando una tab che contenga un modulo di contatto. Vediamo insieme come fare.

Innanzitutto devi avere un account a pagamento su Mail Chimp, altrimenti non puoi implementare questa funzione.

Una volta che hai fatto login al tuo account, vai su Account / Integrations:

Integrations Panel MailChimp Facebook

A questo punto scegli tra la lista delle integrazioni “Facebook” e compila i campi che ti vengono richiesti in questo modo:

  • nel campo “page to Use” dovrai inserire la Pagina Facebook dove vuoi che venga integrata la tab con il tuo modulo di contatto;
  • nel campo “list to use” basterà inserire la Lista di contatti email in Mail Chimp in cui confluirà la mail dell’utente che si registra sulla Tab;
  • In “use signup form tab” dovrai spuntare la casella “yes” affinchè venga creata una tab sulla tua pagina Facebook;
  • in “tag label”, infine, inserirai la call to action della tua tab.

Ecco come fare tutto:

Integrations Panel MailChimp facebook 2

Ed ecco come appare il tutto all’interno della tua Pagina Facebook: come vedi Mail Chimp ha creato una Tab aggiuntiva, che puoi personalizzare inserendo una call to action, nel mio caso “Ricevi 4 video gratuiti di web marketing”

Web Marketing Academy tab mail chimp

Se clicco all’interno della tab, ecco il modulo di contatto creato grazie a Mail Chimp:

Web Marketing Academy tab mail chimp 2

#3: Creare una landing page su Facebook con Static HTML: iframe tabs

Static HTML iframe tabs su Facebook

Una terza opzione per creare una landing page all’interno della propria Pagina Facebook per la raccolta dei dati di contatto è usare una app, Static HTML: iframe tabs, che ti consente di aggiungere una tab con un codice HTML a tua scelta che inserisci.

Una volta scelta la pagina su cui vuoi creare la tua tab aggiuntiva in cui aggiungere la landing page, ti basterà aggiungere il codice HTML a tua scelta:

Thunderpenny Static HTML tab facebook

#4: Come creare una landing page su Facebook con LeadPages

La quarta modalità che vediamo per creare una landing page su Facebook con è LeadPages.

Se non lo conoscessi, LeadPages è uno dei migliori servizi per la creazione di landing pages e ti consente anche di crearne una all’interno della tua Pagina Facebook, come nell’esempio qui sotto:

landing page Facebook tab LeadPages™

Ricapitolando: abbiamo visto 4 modi possibili per creare una landing page su Facebook: qualunque via tu scelga, verrà sempre creata una TAB aggiuntiva sulla tua pagina Facebook.

Landing Page Gratis

Chiudiamo questa carrellata di metodi per realizzare una landing page con alcuni template gratuiti che ho per te, e che puoi scaricare gratis in cambio di una semplice condivisione di questo articolo: che ne dici?

Conclusioni

Siamo giunti alla fine del nostro percorso alla scoperta delle landing page.

Ricapitoliamo i passi che abbiamo fatto.

Siamo partiti dalla definizione di landing page e dalla sua differenza con la squeeze page.

Abbiamo poi visto i 7 ingredienti di cui si compone una landing page efficace, corredati da alcuni esempi.

Infine, abbiamo approfondito i metodi principali per creare landing page efficaci.

E tu usi le landing page? Parliamone nei commenti!