Home Google Adwords Come monitorare le conversioni in Adwords: Guida Completa

Come monitorare le conversioni in Adwords: Guida Completa

2878

Guida completa al monitoraggio delle conversioni su Google Adwords tramite mail, modulo di contatto e telefono per ecommerce e lead generation.

Bonus Gratuito per te: Ho preparato 4 Video Inediti che ti guidano alla scoperta della migliore strategia di web marketing per il tuo sito: Scaricali qui ora!

Monitorare le conversioni in Google Adwords significa sapere da quale parola chiave è venuto il visitatore che ha convertito, quindi a seconda dei casi che ha acquistato un prodotto sul nostro ecommerce o che ha inserito i propri dati in un modulo di lead generation. Conoscere l’origine, in termini di keyword, di un cliente, ci consente di avere un importante vantaggio competitivo, sapendo quali sono i termini che ci generano fatturato e di conseguenza ci consente di ottimizzare il ROI del nostro investimento pubblicitario.

Lo strumento per il monitoraggio delle conversioni di Google Adwords è presente da tempo, ma la novità è che ora è possibile tracciare le telefonate. Ma facciamo un passo indietro: cerchiamo di capire come implementare questa funzione essenziale di Google Adwords e con quale finalità.

Partiamo dall’ecommerce: se possiedi un ecommerce ti potrebbe interessare sapere da quali parole chiave della tua campagna pubblicitaria sono originate le vendite, in modo da prendere le dovute misure, come destinare un budget maggiore a quelle parole chiave o incrementare la visibilità del sito per le stesse magari posizionandole organicamente con la SEO. Se quindi il tuo obiettivo è la vendita online, ti interesserà tracciare le conversioni di chi effettua un pagamento.

Ma se non vendi prodotti ma servizi, il tuo scopo sarà probabilmente intercettare contatti di potenziali clienti: in questo caso i clienti potrebbero contattarti via email, tramite un modulo di contatto o telefonicamente.

Ricapitolando, sono sostanzialmente 4 i  percorsi dove ci interessa tracciare l’origine del nostro cliente:

  1. il checkout in un ecommerce;
  2. la compilazione di un modulo di contatto;
  3. il contatto via email;
  4. il contatto telefonico.

Vediamo quindi come tracciare le conversioni in questi 4 percorsi.

Tracciare le conversioni in un ecommerce o in un modulo di contatto

Per sapere da quale parola chiave sono arrivati i clienti che hanno acquistato in un ecommerce o che hanno compilato un modulo di contatto serve una Thank You Page. La Thank You Page è la pagina di ringraziamento dove arrivano univocamente e solo coloro che hanno compiuto la conversione, nel nostro caso chi ha comprato sul nostro ecommerce e chi ha compilato il nostro modulo di contatto.

All’interno di questa pagina di ringraziamento verrà collocato un codice che ci fornisce Google Adwords, che ci consente di sapere da quale parola chiave, gruppo di annunci e annuncio si è realizzata la conversione.

I passaggi da fare sono quindi:

  1. creare il codice di monitoraggio delle conversioni su Google Adwords selezionando Strumenti / Conversioni / pagina Web
  2. inserire il codice generato in una pagina dove “atterrano” gli utenti che hanno appena completato una procedura di pagamento o compilato un form di contatto, ovvero la Thank You Page:

Conversioni Google AdWords

Tracciare le conversioni via email

Molto spesso c’è la necessità di inserire nel sito un indirizzo email. Se questo indirizzo email è un account già usato, non avremo la possibilità di sapere quali, di coloro che ci contattano, vengono da una determinata fonte, ad esempio dalla nostra campagna pubblicitaria Google Adwords. E’ il caso ad esempio delle landing page finalizzate alla Lead Generation, ovvero a intercettare lead (contatti) di potenziali clienti. In queste pagine si è soliti inserire una email oltre a un form di contatto (le cui conversioni si monitorano come visto sopra) per coloro che siano più pratici a usare la mail del form. Tuttavia in questo caso la mail deve essere univoca, per monitorare con precisione i contatti.

Un esempio pratico potrebbe essere quello di creare una mail come dalweb@ilmiosito.it invece di utilizzare la solita email aziendale come info@ilmiositoweb.it. E’ chiaro che in questo caso l’account dalweb@ilmiosito.it non dovrà essere usato in nessun altra pagina o funzione, pena l’impossibilità di determinare con certezza la provenienza del visitatore.

Tracciare le conversione via telefono

Come anticipato in apertura di questo articolo, il tracciamento delle telefonate è una sostanziale novità di Google Adwords.
Il sistema di tracciamento si basa su dei numeri di inoltro Google, che consentono di capire l’origine del cliente chiamante. Lo strumento è facilmente implementabile dalla schermata già vista, su Strumenti / Conversioni / Chiamate da un numero di inoltro di Google al tuo sito web.  Seguendo la procedura verrà generato uno script da installare sul sito al posto del numero di telefono, che consente di tracciare la conversione telefonica impostando parametri come la durata della chiamata e configurando infine le estensioni di chiamata nel gruppo di annunci.

Conversioni telefono monitoraggio Google AdWords

Conclusioni

L’introduzione del monitoraggio delle chiamate completa un tassello fondamentale rimasto scoperto fino ad ora: se il monitoraggio delle conversioni via telefono poteva essere implementato con un VOIP o con metodi maccheronici (del tipo direzionare la chiamata a una persona di preciso che ne chiede l’origine), ora questo strumento ci consente di chiarire con precisione l’origine del nostro cliente chiamante.

Monitorare su Google Adwords telefono e contatti è semplice: inizia oggi!

Tu hai sperimentato questo strumento? Parliamone nei commenti. Se l’articolo ti è stato utile non dimenticare di condividerlo sui tuoi social preferiti!

Dimmi cosa ne pensi!